fbpx

Carolina Reaper

Il peperoncino più piccante del mondo

Qual è il peperoncino più piccante al mondo? La risposta è senza ombra di dubbio il Carolina Reaper. Si tratta di un peperoncino balzato sotto i riflettori negli ultimi anni, era infatti il 2011 quando venne scoperto da un giornalista che lo assaggiò presso il negozio di prodotti alimentari di Ed Currie, l’uomo fu sopraffatto dalla sua estrema piccantezza tanto da avvertire un dolore fisico fortissimo, successivamente dedicò un reportage dettagliato all’esperienza vissuta.

Il Carolina Reaper è un ibrido della varietà Capsicum chinens, nasce da un incrocio tra un Nega Morich e un Habanero Rosso, l’idea è venuta a Ed Currie, co fondatore di PuckerButt Pepper Company, presso Fort Mill, nella Carolina del Sud. Il riconoscimento come peperoncino più piccante del mondo è stato assegnato nel 2013, si calcola che i picchi di piccantezza raggiungono 2.200.000 unità Scoville. Pensate che la concentrazione di capsaicina è talmente elevata che la polpa provoca una forte sensazione di bruciore se a contatto con la pelle, per questa ragione si consiglia sempre di maneggiarlo con dei guanti usa e getta e di conservarlo all’interno di barattoli di vetro.

L’aspetto del Carolina Reaper timore incute già di per sé, il colore è rosso intenso, con una superfice irregolare e porosa, ogni frutto ha la coda appuntita che ricorda quella dello scorpione. Le dimensioni raggiungono dai 3 ai 7 centimetri di lunghezza, per la completa maturazione occorre attendere 90 giorni.

Oltre alla piccantezza estrema è possibile avvertire un sapore fruttato che ricorda ciliegia, cannella e cioccolato. Attenzione a utilizzare il Carolina nelle vostre ricette, ne basta davvero una minima quantità per avvertire una fortissima sensazione di bruciore. Per coloro che si trovano per la prima volta davanti a questo frutto, si consiglia di effettuare una prova assaggiando un piccolo pezzo per valutare la tolleranza.

Scopri il prodotto